Crimine bitcoin: Un uomo di Sydney ha pugnalato suo fratello nove volte per via di Bitcoin

L’ultimo rapporto sulla criminalità Bitcoin di martedì ha informato un uomo di 54 anni di Sydney, Warren Shane Collins, che avrebbe pugnalato suo fratello nove volte dopo aver supposto che avesse rubato la sua criptovaluta. Tuttavia, Warren è segnalato come malato di mente, ma questo non ha impedito alla corte di condannarlo a un massimo di sette anni di reclusione.

Come ha riferito oggi il Canberra Times, Warren ha ammesso il reato di voler causare gravi danni fisici ed è stato condannato oggi dal giudice Chris Craigie alla Corte distrettuale del New South Wales. Il giudice Craigie era convinto che l’uomo di Sydney fosse floridamente instabile mentalmente quando ha commesso l’atto. Oltre alla reclusione, Warren sarà in libertà vigilata per circa tre anni e mezzo.

Un uomo di Sydney mentalmente instabile commette un crimine Bitcoin

Il crimine Bitcoin è iniziato quando Ben Collins, negli ultimi due anni, ha deciso di andare a trovare il fratello adottivo Warren. Secondo il rapporto, Collins aveva scaricato i video di YouTube sul telefono di Warren, il che gli ha fatto sospettare che Collins stesse tentando di rubare le sue crittografie dal suo cellulare, in particolare Bitcoin (BTC). Per una settimana, i fratelli litigarono per il problema del telefono, che portò Warren a prenotare il prossimo volo disponibile per il ritorno del fratello.

Il giorno dopo, il malato di mente Warren ha pugnalato più volte suo fratello mentre stava ancora dormendo. Quando Collins chiese a Warren perché lo avesse pugnalato, l’uomo rispose:

„Ti pugnalo, ti ucciderò… perché mi hai rubato tutto il mio Bitcoin“.

Tuttavia, Collins rispose che lui (Warren) lo stava uccidendo per niente, il che significa che forse non ha rubato nessun Bitcoin.

Mentre Collins è riuscito a chiamare il servizio di emergenza, Warren si è anche accoltellato e ha bevuto acido cloridrico prima di collassare. Anche se nessuno di loro è morto, il rapporto criminale sui Bitcoin ha rilevato che i fratelli hanno dovuto affrontare gravi ferite mortali che hanno richiesto diversi interventi chirurgici.